margheritamiotto

con la testa e con il cuore

PASSO DECISIVO PER L’USO MEDICO DELLA CANNABIS

Oggi, da relatrice in Commissione Affari Sociali, ho proposto il parere favorevole al decreto fiscale che andrà in Aula Lunedì 27 Novembre p.v..
E’ stato approvato a maggioranza.
Nel decreto è contenuta gran parte della legge approvata alla Camera il 19 ottobre scorso, sull’uso medico della cannabis.
Le norme contenute nel decreto, destinato a diventare legge entro una settimana, in particolare, prevedono:

  • L’articolo 18-quater reca disposizioni in tema di produzione e trasformazione di cannabis a uso medico. Attraverso l’approvazione, presso la Commissione Bilancio del Senato, di un emendamento del Governo e di alcuni subemendamenti ad esso riferiti, sono state inserite nel decreto-legge in esame alcune disposizioni corrispondenti in parte al contenuto dell’A.C. 76 e abbinate, approvato dalla Camera dei deputati il 19 ottobre 2017 e trasmesso al Senato (A.S. 2947).

    Com’è noto, il provvedimento, in prima lettura alla Camera, è stato esaminato in sede referente dalle Commissioni riunite II e XII.

    Rilevo che l’articolo in esame, al comma 1, in primo luogo, conferma – come già previsto dalla disciplina vigente e, in particolare, dal decreto del Ministro della salute 9 novembre 2015 – che lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze, già autorizzato alla fabbricazione di infiorescenze di cannabis in osservanza delle norme di buona fabbricazione (Good manufacturing practices-GMP), può procedere alla coltivazione di piante di cannabis e alla trasformazione della cannabis in sostanze e preparazioni vegetali – derivanti dalle piante così coltivate o da quote di cannabis importate -, ai fini della successiva distribuzione alle farmacie delle medesime sostanze e preparazioni per la produzione di medicinali. In secondo luogo, l’articolo introduce, per la destinazione dei suddetti prodotti dello Stabilimento di Firenze, anche la finalità dello svolgimento di studi clinici. Al riguardo, ricordo che il testo del provvedimento approvato in prima lettura dalla Camera e trasmesso al Senato, reca una disposizione specifica (l’articolo 9) sul tema della promozione della ricerca sull’uso appropriato dei medicinali di origine vegetale a base di cannabis, da parte delle università e delle società medico-scientifiche, nell’ambito delle risorse dell’Agenzia italiana del farmaco destinate al finanziamento della ricerca indipendente.

    Il comma 2 specifica che, per assicurare la disponibilità di cannabis ad uso medico sul territorio nazionale e per garantire la continuità terapeutica dei pazienti in trattamento, l’Organismo statale per la cannabis possa autorizzare l’importazione di quote di cannabis da conferire allo Stabilimento chimico farmaceutico militare, ai fini della trasformazione e distribuzione presso le farmacie.

    Si prevede inoltre (comma 3) che, qualora risulti necessaria la coltivazione di ulteriori quote di cannabis, con decreto del Ministro della salute possano essere individuati uno o più enti o imprese da autorizzare alla relativa coltivazione e trasformazione, con l’obbligo di operare secondo le Good agricultural and collecting practices (GACP), in base alle procedure indicate dal suddetto Stabilimento di Firenze. Si dispone altresì (comma 4) che la Commissione nazionale per la formazione continua preveda l’aggiornamento periodico del personale medico, sanitario e socio-sanitario, impegnato nella terapia del dolore (ai sensi dell’articolo 8, comma 2, della legge n. 38 del 2010, in sede di attuazione dei programmi obbligatori di formazione continua in medicina) anche attraverso il conseguimento di crediti formativi per acquisire una specifica conoscenza professionale sulle potenzialità terapeutiche delle preparazioni di origine vegetale a base di cannabis nelle diverse patologie e in particolare sul trattamento del dolore.

    Ai sensi del comma 5, si prevede che lo Stabilimento, al fine di agevolare l’assunzione da parte dei pazienti dei medicinali a base di cannabis, provveda a sviluppare nuove preparazioni vegetali a base di cannabis per la successiva distribuzione alle farmacie per la dispensazione dietro ricetta medica non ripetibile. Si prevede, poi (comma 6), che le prescrizioni magistrali a base di cannabis, prescritte dal medico per la terapia contro il dolore, ai sensi della legge n. 38 del 2010, o per gli altri impieghi contemplati dall’allegato tecnico al citato decreto ministeriale 9 novembre 2015, sono a carico del Servizio sanitario nazionale, nei limiti del livello di finanziamento del fabbisogno sanitario standard cui concorre lo Stato. Ricordo che, nella disciplina attuale, la rimborsabilità in oggetto a carico del Servizio sanitario nazionale varia a seconda degli ambiti territoriali, in quanto essa “è subordinata alle indicazioni emanate da parte delle regioni o province autonome” (ai sensi dell’allegato tecnico al predetto decreto ministeriale 9 novembre 2015). Pertanto, il comma in esame intende rendere uniforme su tutto il territorio nazionale il regime di rimborsabilità dei preparati ad uso medico della cannabis, purché gli stessi siano utilizzati per le suddette indicazioni. Il medesimo comma 6, al secondo periodo, chiarisce che il medico può prescrivere le predette preparazioni magistrali anche per altri impieghi, ai sensi dell’articolo 5 del decreto-legge n. 23 del 1998, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 94 del 1998 (cosiddetta legge Di Bella), ma al di fuori del regime di rimborsabilità (prescrizione della cannabis terapeutica su ricettario privato del medico, la cosiddetta ricetta “bianca” valida per l’acquisto esclusivamente a pagamento).

    Sono altresì previsti (comma 7) due stanziamenti, entrambi relativi all’anno 2017, con la relativa copertura finanziaria. Il primo stanziamento concerne le suddette attività di coltivazione e trasformazione dello Stabilimento di Firenze ed è pari a 1,6 milioni di euro per il 2017. Il secondo stanziamento riguarda l’importazione summenzionata delle quote di cannabis ed è pari a 0,7 milioni per il 2017.

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: